Bressanone nella luce multi colore

Una città viene messa in una nuova luce. Già l’anno scorso ho sentito del Festival di Acqua Luce a Bressanone, ma questa volta ci volevo andare in persona. Quindi sono andata con un gruppo di amici in città.

Il festival si svolge solo per la seconda edizione. L’anno scorso era già un successo grande, ne ho sentito parlare parecchio. Quest’anno si svolge dal 10 al 26 maggio. Continua a leggere Bressanone nella luce multi colore

Alla Festa della Fioritura a Lana

In primavera, non vedo l’ora che arrivi il calore dei primi raggi di sole e l’abbondanza di fiori degli alberi di frutta e dei fiori di campo, così come fioriscono i numerosi giardini e balconi che abbiamo. È una vera esplosione di colori e profumi. Per celebrare la stagione, sono andata al festival della fioritura a Lana. Continua a leggere Alla Festa della Fioritura a Lana

Al centro climatico di Predoi

Durante l’Alto Adige Balance ho partecipato ad alcuni eventi. Uno dei quali era la visita del centro climatico di Predoi.
Il centro climatico è aperto tutto l’anno per chi vuole inalare la salute. Io ci sono andata un mercoledì del mese di giugno perché un’amica mia mi aveva invitato.
Siamo partite molto presto la mattina, perché la strada é abbastanza lunga da casa nostra – più di due ore –. Abbiamo deciso di fare una combinazione: volvevamo visitare sia il cunicolo della miniera sia il museo provinciale delle miniere.

Il museo è una struttura veramente impressionante in bianco e rosso, parecchio grande e molto curata. Al granaio Cadipietra – anche chiamato Kornkasten – una volta si conservavano il grano e i materiali per gli utensili requisiti per le maniere. Oggi qui ha sede l’amministrazione delle miniere di Pedroi. Perciò il nome Kornkasten o meglio granaio. Al museo ci mostravano tanti reperti e siamo riuscite a capire la vita e storia delle miniere di rame. Continua a leggere Al centro climatico di Predoi

A scuola d’arte a Ortisei

Arte normalmente non è proprio nel mio interesse ma fa anche parte della nostra storia dell’Alto Adige. Perchè la nostra natura insolita e molto particolare viene espressa proprio con essa in modo spettacolare. E cosi questi giorni sono andata a esplorare la nostra storia in un modo molto diverso: sono andata a scuola d’arte a Ortisei.
640px-Ciampanil_de_Cuecenes
L’istituto d’arte Cademia a Ortisei l’anno scorso ha festeggiata i suoi primi 50 anni perchè è stato aperto già nel 1965. E proprio per questo è stato organizzato una mostra con le opere degli artisti che hanno studiato i primi anni in questa scuola. Qui sono usciti grafici, scultori e pittori di fama che hanno inziato il loro cammino proprio qui. Continua a leggere A scuola d’arte a Ortisei

La settimana della patata a Villabassa in Val Pusteria

Dopo che ha trovato la via per l’Europa la patata è ancora oggi uno degli alimenti più importanti nella nostra cucina. Perciò non è da meravigliarsi che ci sta una festa tutta sua. A Villabassa vicino a Dobbiaco tutta questa settimana fino al 27 settembre si svolge la 4a Settimana della Patata. In alcuni ristoranti si offre dei menu con le patate, dall’antipasto fino al dolce ci saranno delle sorprese da gourmet. Inoltre si propone martedì, il 22 settembre, una passeggiata sulle tracce della patata. Insieme si va sul campo delle patate. Esperti coltivatori spiegano dalla semina fino alla raccolta, le difficoltà e le tante varietà. Una visita agli attrezzi che si usavano una volta in campo fa capire: coltivare le patate era un lavoro pesante. E in fine si va in uno dei ristoranti partecipanti per degustare dei menu a base di questo frutto particolare.

Escursioni nella natura al Parco Naturale Puez-Odle

Adesso siamo in pieno periodo di vivere la maggior parte della giornata fuori e scoprire la natura. Oppure imparare cose interessante. Per esempio una giornata fuori insieme con Roman, una guida esperta locale. Insieme si osserva animali selvatici, si scopre la flora alpina del Parco Naturale Puez-Odle. Però ci si deve alzare presto: l’escursione inizia alle 6 di mattina. Simile è l’escursione a Spelonca vicino a Bressanone. La magia dei prati alpini, un molino antico che ancora oggi funziona e alla scoperta delle erbe officinali stanno in programma. E qui s’inizia dopo collazione alle ore 9.30. Inoltre si può provare dei prodotti fatti casa. Quasi tutti i paesi della regione propongono escursioni alla scoperta della natura.

La Festa della Fioritura

Dalla Domenica di Pasqua fino al 19 aprile ci sta la Festa della Fioritura nella Val Adige. Lana, Gargazzone, Postal e Cermes organizzano una vera festa dei sensi. Il momento più atteso sono ‘i sapori del maso’, un mercato al centro storico di Lana. L’inaugurazione della festa fa la banda musicale la domenica di Pasqua a Lana di Sotto. A Pasquetta si scopre il mondo di cera e miele e dei fiori ghiacciati. Martedì si può passeggiare tra i narcisi di Postal e fare una gita in bici, tour guidate. Mercoledì si ascolta il canto degli uccelli in natura e si cerca l’uscita nel labirinto al Kränzelhof. Da non mancare al mercatino delle pulci il 18 aprile!

Noza da paur – Matriomonio tradizionale in Alta Badia (2015)

A San Leonardo in Badia il 3 febbraio si svolge un evento molto particolare: un matrimonio pubblico. E’ qualcosa di molto speciale perché fa rivivere le antiche tradizioni e usanze. Tradizioni e usanze com’erano una volta nella Val Badia e la cultura ladina. Ci sono per esempio alcuni eventi che ritardano l’arrivo degli sposi alla chiesa ma anche la festa in sè. Naturalmente non solo gli sposi stessi ma anche tutti gli invitati sono vestiti con vestiti d’epoca. Cappelli riccamente decorati con piume e fiori, vestiti lunghi e decorati con ricami in colori vivaci. Inoltre ci sta musica e danza e naturalmente la tavola festiva. Una sfilata con i genitori degli sposi, i parenti e infine gli amici è un altro highlight dell’evento. Un ‘must’ per tutti che stanno adesso in ferie nella valle e vogliono conoscere le tradizioni della Val Badia e la cultura ladina.

Foto: Wolfgang MoroderVal-Mezdi-input

Biathlon a Anteselva

Il tempo invernale non è proprio il massimo al momento per praticare lo sport invernale. Chi ha visto le ultime gare da Oberhof in Austria con un biathlon nelle nebbie si chiederà come sarà il futuro dello sport sulla neve Con grande speranze di neve dal 19 al 25 gennaio a Anteselva s’incontrano i migliori atleti del biathlon per gareggiare nella IBU Biathlon World Cup. L’Arena Alto Adige 33 di Anteselva è già da oltre 30 anni protagonista di questo sport invernale. E speriamo che lo rimanga. Oltre dello sport emozionante ci sarà anche grande divertimento con musica dal vivo e tante altre attrazioni. Anteselva di Mezzo è facile da raggiungere via Brunico ed è anche ideale per una vacanza.

Escursioni con Hans Kammerlander

Dal 11 al 18 gennaio si può vivere una settimana invernale insieme a Hans Kammerlander, un alpinista estremo, una guida alpina e maestro di sci a Campo di Tures. Sarà proprio lui ad accompagnare i gruppi alla scoperta dei posti e delle montagne più belle delle Alpi. Lui è diventato famoso per scalare 12 cime che superano i 8.000 metri di altezza, spesso accompagnato da Reinhold Messner, ma anche altre montagne e cime molto particolari. Lui vi accompagnerà nella zona di Avvelengo, Verano e Merano 2000. In programma tra altro escursione guidata con le racchette da neve, serata film con l’alpinista, escursione guidata con gli sci d’alpinismo o le ciaspole e un pomeriggio musicale. Per partecipare ci vuole una prenotazione in una delle strutture partecipanti che offrono pacchetti vacanza particolari per questa settimana. Delle informazioni più dettagliate si può avere dall’Associazione Turistica Avvelengo.