In mezzo al verde: Dobbiaco

Nella bellissima Val Pusteria a oltre 1.200 metri di altitudine si trova un posticino stupendo: Dobbiaco. Situato in una conca ai piedi delle Tre Cime viene chiamata ‘la porta delle Dolomiti’. Gli illiri probabilmente furono i primi a decidere che il posto è ideale da abitare. I romani costruirono una strada attraverso la valle che per loro era un passaggio molto importante sulle Alpi. Proprio con loro iniziò un nuovo linguaggio che si parla ancora oggi: il ladino. Nel medioevo e i secoli dopo hanno lasciato molte testimonianze ancora visibili. Anche la secondo guerra mondiale con i suoi bunker parla di un periodo molto movimentato. Inizio del secolo scorso i gran signori e la nobiltà trovò piacere a questo posto e l’albergo Grand Hotel – oggi un ostello della gioventù – era lo splendore di Dobbiaco. Da visitare anche la Torre Rossa e il castello di Herbst! La natura invita a tante attività come passeggiate, trekking e nordic-walking. Un evento particolare è la transumanza quando il bestiame lascia i pascoli oppure il festival delle mongolfiere. Non mancano eventi culturali anche tipici della cultura ladina. Da non perdere assolutamente la cucina con ricette genuine e particolari come i Papacei oppure il Pan de Siéla.