Una passeggiata circolare a Tagusa

L’estate scorsa ho fatto una bella passeggiata circolare tra Tisana, Tagusa e Castelrotto sull’Alpe di Siusi. Bellissimo paesaggio, non troppo faticoso e altamente raccomandato nei mesi estivi.

L’escursione è lunga ben 13 chilometri e dura circa quattro ore. Non c’è molta differenza in altezza ed è facile da fare con i bambini.

Inizio la mia escursione a Tesimo, ma si può anche iniziare a Castelrotto. Qui a Tesimo prendo il sentiero n° 1 e vado in direzione di Tagusa.

Il sentiero conduce attraverso la natura meravigliosa, sui prati e attraverso la foresta. Inoltre, la vista qui verso la Valle dell’Adige è meravigliosa. Possiamo vedere Barbiano, Laion e Villandro. Ogni villaggio posizionato su una collina, su un diclivio di montagna. Iuna volta le persone sapevano sempre come costruire nei posti giusti. Ecco perché ancora oggi ci sono villaggi che sono stati nello stesso posto per centinaia di anni. In tempi moderni la tendenza è più come cambiare la natura e semplicemente costruire dove piace. Solo: non funziona a lungo termine. Be’ ..

Raggiungiamo Tagusa dopo poco meno di 60 minuti. Qui diamo uno sguardo alla piccola chiesa, che risale al XIV secolo. Volevo anche vedere il museo della scuola, perché ci dà un’idea come funzionavano le mini-scuole dei villaggi.
Dopodichè andiamo sulla strada 2a, più una strada sterrata, che ci porterà in direzione di Castelrotto. Ora in estate questa via è stata davvero piacevole, dato che c’è molta foresta e camminiamo principalmente sotto gli alberi freschi e ombrosi.

Al maso Tamines ci avviamo sul sentiero 10. Scendiamo alla valle del Brembach e temo che ci sarà una salita in seguito. Il che non mi sbaglio e poi, sempre camminando verso Castelrotto, risaliamo di nuovo.

A Castelrotto ci fermiamo un po’ di tempo davanti al campanile staccato dalla chiesa, nel mezzo della piazza del paese. Sebbene non sia veramente insolito come sembra, è piuttosto straordinario, cosi lontano dalla chiesa. La fontana del villaggio e gli edifici secolari del municipio, l’hotel e il ristorante lo rendono un po ‘fuori luogo’. Andiamo anche a casa Felseck, perché i dipinti su questo sono molto impressionanti.

Sulla via del ritorno a Tesimo, a circa mezz’ora da Castelrotto sul sentiero n° 1, discutiamo se ci piacerebbe vivere in una casa storica. Siamo entrambe d’accordo, si mantiene in equilibrio con pro e contra, ma entrambe preferiremmo non vivere in un posto del genere. La responsabilità è troppo alta.

Ritornate a Tesimo, torniamo verso casa, dopo che ci siamo godute un bel caffè con gelato.

Con questo primo articolo di quest’anno vi auguro un bellissimo 2018!
vostra Anna

Pubblicato da

admin

Mi chiamo Anna, ho 48 anni, ho due figli e amo la montagna. La cosa bella è che vivo proprio lì, a Brunico nelle Dolomiti. Mi piace tantissimo fare il bagno, sono appasionata di geologia e sono spesso in giro. Passo il tempo con I miei amici, perchè I miei figli ormai sono fuori casa. Spero che vi piace il mio blog :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.